Con il patrocinio logoMIBACTjpg

La lunga rotta del Museo Navigante

"In nome di Dio... taglia!" si diceva una volta  al momento del varo di una nave. E poi la nave avanzava lentamente sullo scivolo fino ad arrivare all'acqua. Bisogna averlo visto almeno una volta nella vita il varo di una barca, o di una nave, aver respirato quel momento di sospensione, carico di tensione, per capire tutta la magia e la bellezza del mondo della marineria. In questi giorni, mentre preparavamo il varo del Museo Navigante e della rete dei Musei del mare e della marineria (vi siete mai chiesti perché si dica "navigare" in rete?Bizzarro vero questa eco marinara su internet?) ci siamo sentiti come in un cantiere. Tanta tensione e tante aspettative. Ma una certezza: c'è bisogno di un grande sforzo collettivo per valorizzare la cultura del mare del nostro Paese. Fabio Pozzo, un giornalista che ha a cuore il mare (scrive per la La Stampa, Il secolo XIX) parlando del Museo Navigante ha scritto "quello del mare e di chi va per mare è un mondo a parte. Poco conosciuto, spesso ignorato, talvolta bistrattato.Eppure, ne avrebbe da dire e raccontare. E che raramente ha fatto massa critica, per ottenere visibilità e spazio.". Ecco uno dei nostri obiettivi è quello che il mare non sia più  un mondo a parte. Ci piace immaginare che i porti siano spazi delle città, che la vela abbia lo stesso spazio che ha il calcio, che nelle scuole si insegni la storia della navigazione, che i circoli velici siano spazi di aggregazione per i ragazzi, che le barche della nostra storia siano salvaguardate come monumenti nazionali. Ci spingiamo a sognare che le barche non siano considerate un privilegio per ricchi ma, come avviene in altri Paesi, siano alla portata delle famiglie. Barche piccole, rotta grande è il motto di Fabio Fiori, uno scrittore, insegnante e navigatore oltre che amico del Museo Navigante. Il mare che ci piace non è abitato da giganti, ma è luogo di competenza, equilibrio e misura. E anche di sana allegria, di passione. Una lunga rotta quella ci aspetta ma per dirla con Bernard Moitessier "datemi vento, vi darò miglia". Appunto: se tanti soffieranno sulle vele del Museo Navigante percorreremo molte miglia. Dovunque abbiate dato àncora, buona notte!
commenti sul blog forniti da Disqus